IL MONDO DELL’AUTISMO VENETO CHIEDE AI CANDIDATI REGIONALI DI SOTTOSCRIVERE UN DOCUMENTO CON CUI SI IMPEGNANO A REALIZZARE CONCRETAMENTE QUANTO E’ GIA’ PREVISTO DALLE NORME REGIONALI

Le associazioni riunite nel Coordinamento Autismo Veneto, che operano in tutte le provincie della regione, hanno elaborato “Autismo Veneto 2020-2025: proposte per la prossima amministrazione regionale” un testo del quale chiedono la sottoscrizione ai candidati alla presidenza della Regione ed al Consiglio regionale, per avere il loro impegno che porteranno avanti i progetti e le iniziative di cui le famiglie ritengono necessaria l’attuazione. Il documento, basato sui temi di cui sono portatrici le associazioni, vuole essere un modo per far si che vengano realizzate le azioni utili a dare un’assistenza migliore alle persone con autismo ed ai loro cari già previste dalla regione. 

L’Autismo non è una malattia, bensì un disturbo pervasivo del neurosviluppo. Si parla più propriamente di Spettro autistico, perché l’entità e le caratteristiche del disturbo possono variare da soggetto a soggetto. Ad oggi si stima che in Italia 1 persona su 100 rientri nello Spettro autistico (dati ISS 2019). Stiamo parlando della prima causa di disabilità in Italia, con circa 500.000 famiglie coinvolte di cui 40.000 nel Veneto. Le difficoltà che le persone con Autismo e le loro famiglie devono affrontare ogni giorno continuano però a restare, nonostante questo, in gran parte ancora sottovalutate e sconosciute alla società.

Per scaricare il documento Autismo Veneto 2020 – 2025 clicca qui

Nel 2015, il Coordinamento ha presentato ai candidati presidenti un documento con i servizi che le famiglie e le persone con autismo si aspettavano. Oggi siamo arrivati ad “Autismo Veneto 2020 2025: Proposte per la prossima amministrazione regionale”. Il Coordinamento chiede a tutti i candidati di sottoscrivere l’impegno ad attivarsi per rendere operativo quello che in questi 5 anni è stato previsto dalle Leggi regionali, dal Piano socio-sanitario regionale, dal Piano Operativo per l’autismo dellaRegione, dalle delibere di Giunta e dai decreti dirigenziali

Il Coordinamento, formato da venti associazioni, auspica che nei prossimi 5 anni siano attivati e resi operativi i Gruppi di coordinamento, il Progetto individuale di assistenza, i due Centri regionali di riferimento, le equipe multidisciplinari, i servizi per gli adulti, l’inserimento lavorativo, la presa in carico da parte delle Unità di sanità mentale, la residenzialità e quanto altro già previsto dalle norme. Quello che le persone autistiche e i loro familiari chiedono è che la Regione rispetti le normative e le disposizioni che si è data.

I nominativi di chi sottoscriverà il documento e si assumerà l’impegno perché la Regione attivi quanto ha già deciso relativamente all’Autismo saranno resi noti a tutti gli iscritti delle associazioni ed alla stampa prima delle elezioni.

Riferimenti Ruggero Mason 333 1219193 – Luca Fiorin 335 7863860

Per scaricare il documento Autismo Veneto 2020 – 2025 clicca qui